CLAMOROSO: RICHIESTO AL VIMINALE LO SCIOGLIMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DI BERNATE TICINO!

DOPO L’ANNULLAMENTO DELLA GARA D’APPALTO DA PARTE DEL TAR PER LA COSTRUZIONE DELLA TANGENZIALINA SUD DI BERNATE arriva adesso la richiesta di scioglimento del Consiglio Comunale.

Di seguito il comunicato stampa ricevuto:

E’ stata depositata dalle aziende della fam.a Sandon: Immobiliare Dede srl e Litoart srl, un’istanza al Ministero dell’Interno per chiedere lo scioglimento del Consiglio Comunale di Bernate Ticino (MI)

Mauro Sandon, portavoce della omonima famiglia dichiara: “ …….Sono anni che ci sentiamo vessati dal Comune ed oggetto di accanimento  senza una motivazione apparente.”

Con la prima variante di PGT del 2014 vengono disegnati sopra il nostro immobile due “varchi ecologici” e solo dopo una dura opposizione da parte della fam.a Sandon a colpi di osservazioni la variante viene accantonata.(link)

Con la nuova variante il Comune fa letteralmente “sparire” l’immobile rifiutandosi di inserirlo nelle cartografie del PGT nonostante le nostre nuove osservazioni. (link) Abbiamo presentato nel 2017 ricorso al TAR della Lombardia.(link) Ora, preso atto che l’attuale amministrazione persevera nella condotta ostile della precedente, rifiutandosi addirittura di incontrarci, siamo stati costretti ad intraprendere questa iniziativa per fare valere i nostri diritti costituzionali come cittadini ed imprenditori che contribuiscono al tessuto economico, fiscale e sociale italiano”.

Sandon aggiunge: “…….Ci piacerebbe sapere cosa si nasconde dietro al comportamento apparentemente incomprensibile degli amministratori  comunali  e dei suoi tecnici”.

Infine Sandon tiene a precisare che non è assolutamente un’iniziativa politica.

 “L’iniziativa intrapresa chiede lo scioglimento di tutto il Consiglio Comunale, opposizioni comprese, indipendentemente dal loro colore politico”.

MANCATO JACKPOT?