LEZIONE N.2: LA PADANIA E’ UNA CAMERA A GAS!

GIA’ DA PRIMA DEL COVID-19 GLI ITALIANI ED I PADANI in particolare, morti  a causa di malattie respiratorie legate dell’inquinamento atmosferico  erano tantissimi, troppi rispetto al resto dell’Europa.

Basta dare un’occhiata alla cartina qui sotto per rendersene conto del livello di inquinamento padano ( zona rossa)

La “Padania” è sempre stata una zona rossa

Tanto che la commissione europea ha promosso contro l’Italia un procedimento alla Corte di Giustizia  per il continuo superamento dei limiti di inquinanti nell’aria PM 10 e biossido di azoto su tutti.

Per evitare le multe europee, i nostri amministratori hanno messo in atto le solite inutili misure di blocco del traffico veicolare, con i soliti risultati risibili , anche se c’è davvero poco da ridere.

Se volete approfondire su questo, sui continui superamenti dei limiti di PM 10 soprattutto al nord  e sulle inefficaci misure di contrasto adottate, leggetevi l’illuminante rapporto di Legambiente del 01 gennaio 2019 denominato “Mal’Aria 2019”.(link)

Poi è arrivato il Coronavirus!

Da studi recenti sembra  esserci una relazione diretta tra polveri sottili e diffusione del virus (link)

La strage dei “padani” rispetto al resto dell’Italia pare certificarlo.

Per di più a seguito del lockdown, oltre ad aver percepito direttamente con il nostro naso che l’aria è diventata decisamente più respirabile, abbiamo però appreso che i livelli di PM 10 e il PM 2,5 nell’aria  non sono diminuiti come era lecito attendersi.

Perché no?

Per capirlo è sufficiente leggere la tabella qui sotto:

Mentre ora , l’inquinamento da riscaldamento diminuirà rapidamente a seguito della bella stagione, quello degli allevamenti intensivi, no.

Pertanto urgono interventi urgenti a limitare la proliferazione di allevamenti intensivi di bestiame.

Lo smaltimento delle montagne di liquami prodotti, sono diventate un grosso problema , tanto che attualmente gli allevamenti hanno il permesso di spanderli sui campi praticamente tutti i giorni, tranne quando piove per evitare di inquinare la falda sottostante.

Tutto ben documentato la puntata di Report del 13 aprile 2020 dal titolo eloquente : “Siamo nella ca…” (LINK)

Riusciranno i nostri amministratori a prendere finalmente decisioni forti in materia di tutela ambientale e della salute pubblica?

Noi temiamo di no.

Lo staff di Malagenta.it